Domande corrette - Risposte corrette

Quando fare le domande giuste ti può aiutare nella pianificazione del tuo risparmio

Episodio 414 del podcast La Borsa in poche parole


Si dice che Immanuel Kant, famoso filosofo tedesco, durante una delle sue lezioni presso l’università di Konisberg, fece una domanda provocatoriamente confusa ad uno dei suoi migliori allievi.


Immanuel Kant

Quest’ultimo diede la sua risposta piena di sicurezza ed ostentazione del sapere.


Kant rimase impassibile per diversi minuti, tanto che l’allievo, vistosamente spazientito, gli chiese se la risposta fosse giusta.

Ignaro della trappola tesa dal maestro che, infatti, pronunciò la sua celebre frase:”Prima di valutare se una risposta è esatta, si deve valutare la domanda è corretta”.


Quante volte nel mondo del risparmio e degli investimenti, ci poniamo delle domande in modo poco chiaro e corretto.


Alcuni giorni fa ebbi un colloquio con un potenziale cliente. Si parlava di mercati, di obiettivi finanziari e di risparmio, ma ad un certo punto mi chiese: “ma lei mi dirà sempre qual’è il momento migliore per investire?”


Mi ritornò in mente quello che avevo letto di Kant e di quanto sia importante essere focalizzati sulla realtà e sul rispetto nelle risposte . “No" risposi, "non sarò in grado di dirle sempre quando è il momento giusto per investire”.


Questo per un motivo molto semplice: nessuno ha la sfera di cristallo e chi dice di averla, mi dispiace, ha un problema e lo sta creando pure a te.


La capacità di cogliere le occasioni, purtroppo, non può avvenire in modo sistematico, ma può essere gestita in modo organizzato e programmato.


Come posso gestire i miei investimenti in modo programmato ed organizzato?


Come posso organizzare il mio risparmio, i miei investimenti, in modo da essere svincolato, almeno in parte, dai patemi delle oscillazioni dei mercati?


La risposta sta tutta nella pianificazione.


Definire obiettivi - scritti - e le priorità che si vogliono raggiungere con l’investimento, è una risposta corretta e sicuramente vincente.


Obiettivi come una pensione dignitosa, almeno in parte svincolata da quella pubblica o comunque in grado di integrarla - se ci sarà - hanno sì bisogno di una risposta tempestiva.

Che significa soltanto, agire.


A questa conclusione arriva anche un bel articolo de Il Sole 24 ore del 1 febbraio 2018 scritto da Elisabetta Giacomel dal titolo "Porsi le domande giuste nel momento giusto", dedicato proprio al tema della pensione integrativa.


Qui trovi il link all'articolo.


Sul percorso verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi finanziari, si nascondono delle trappole. Trappole che il mercato nasconde molto bene.

Come posso evitare le trappole del marcato? Una domanda davvero complessa.


Prendiamo ad esempio marzo 2020. Nessuno poteva prevedere un crollo dei mercati così rapido e profondo.

Una risposta su come gestire, anche a livello emotivo, questi eventi improvvisi è ancora una volta da ricercare nella pianificazione.



Anzi in questo caso nella sua componente data dalla diversificazione e dalla attenzione al tempo a disposizione per l’investimento.

Il tuo tempo.


Da quanto ti ho detto salta fuori un’altra bella domanda che puoi correttamente fare a chi ti propone la sua consulenza: qual’è il tuo approccio alla pianificazione finanziaria?


Io intanto ti posso dire il mio approccio: definire insieme gli obiettivi, strutturare un programma che sia in linea con i tempi delle tue necessità, cercare i prodotti più adatti per raggiungere i tuoi risultati, cosa che spesso non coincide con l’investimento "all’ultima moda".


Concludo questo mio breve viaggio nel mondo delle domande, viaggio che si ricollega alla puntata di ieri, 29 giugno 2020, del mio podcast La Borsa in poche parole, con un altro articolo.

Questa volta l'autore è Beppe Severgnini ed è tratto dal Corriere della sera del 7 ottobre 2017 (https://bit.ly/3dHFqhD)


Fare domande è un modo per esplorare la nostra comprensione su di un argomento o una situazione e come dice Severgnini, "un chiarimento è il primo passo per la comprensione, di qualcosa, un'idea, un'opinione, una proposta..."


Il chiarimento toglie i dubbi e permette di prendere decisioni coerenti con i propri obiettivi e quelli che riguardano il tuo futuro finanziario sono tra i più meritevoli di avere tutta la chiarezza e l'attenzione possibile.


Alexio Fazzini


La puntata 414 del podcast La Borsa in poche parole la puoi ascoltare anche da qui: https://www.spreaker.com/episode/34508714



Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com