Fare la cosa giusta


Mi è capitato di leggere un articolo americano sul saper fare cose al momento opportuno, sull’agire tempestivamente e sul fare le cose giuste per raggiungere i propri obiettivi.


Il titolo era “Doing things right vs doing right things”: fare le cose per bene vs fare le cose giuste.

Un dilemma che, anche se tradotto in modo un pò maldestro, non ti dovrebbe lasciare indifferente.


Sembra solo buon senso, ma spesso nel campo del risparmio e degli investimenti, ci si concentra molto sul fare le cose nel modo giusto, trascurando e mettendo un pò in disparte alcune di quelle cose che ti servirebbero davvero, quelle che richiedono la tua piena attenzione e consapevolezza.


Andiamo insieme a vedere un esempio: partiamo da un racconto.


E' la storia di Anna, libera professionista, 50 anni, sposata. Suo figlio, Federico, oggi ha 11 anni.


Il suo consulente del risparmio, al quale si è affidata da poco, per prima cosa le consiglia di concentrarsi sull’obiettivo “studi universitari del figlio”, impostando un programma di investimento che utilizzi un piano di accumulo.

In sostanza: ogni mese mette da parte una certa somma tramite un fondo comune d’investimento.


Nel complesso è una scelta corretta: Anna sta facendo le cose nel modo giusto.


Ora però allarghiamo lo sguardo, ampliando il raggio d’azione sul quale si potrebbe lavorare. Cerchiamo, insieme ad Anna, se ci sono cose più urgenti da fare, cose che richiedono la PRIORITA'.


Per prima cosa potremmo scoprire che Anna non ha un’adeguata tutela assicurativa contro un evento esterno che possa pregiudicare il proprio stile di vita, la propria sicurezza patrimoniale.


Sarebbero utili alcune domande:

  • A livello assicurativo è tutto in ordine?

  • E’ necessaria una polizza professionale oppure se già presente, è strutturata nel modo corretto?

Primo obiettivo, prima cosa giusta da valutare.


IDEA: Anna abita in una villetta indipendente di sua proprietà circondata da un bel giardino alberato: forse la cosa giusta da fare sarà valutare, con un professionista, se l’assicurazione la protegge da qualsiasi sinistro causato dalla vegetazione all’interno della sua proprietà.


La cassa professionale alla quale Anna è iscritta, vive la classica situazione di calo dei nuovi ingressi a fronte della crescita del numero di prossimi richiedenti la prestazione pensionistica.

Anna non ha fretta di andare in pensione, ma se non cambiano le cose la demografia non lascia spazio a molti dubbi: bisogna agire per tempo.


IDEA: Un fondo pensione potrebbe essere la soluzione? Forse.

Certamente la cosa giusta da fare sarà quella di valutare questa possibilità.



In conclusione.

Spesso ci focalizziamo solamente su pochi, evidenti, obiettivi anche corretti ed importanti, proprio come quello di pensare all’Università per Federico, rischiando però di trascurare di fare prima “la cosa giusta”, cioè rendere stabile e mettere in sicurezza, la base sulla quale poggia tutta la tua casa finanziaria, il patrimonio, quello umano e quello materiale.


Ecco perché è così importante creare un piano finanziario personale basato su obiettivi e valori: per fare la cosa giusta e farla nel giusto modo.


Post recenti

Mostra tutti