La Borsa in poche parole - Episodio 116 - Commento esteso


Episodio 116

Sui mercati azionari oggi è regnato il silenzio.

L’Europa, in generale, chiude piatta.

Gli investitori stanno alla finestra aspettando le parole di Mario Draghi nella riunione della Banca Centrale di Giovedì e soprattutto la conferma di una nuova iniezione di liquidità al sistema finanziario.

L’America si muove con passo felpato: in questo caso sono le molte parole ed i pochi fatti sul caso “Dazi” a far perdere la pazienza ai mercati.

Complici anche le notizie, in questo caso confermate, di un lieve rallentamento nella crescita cinese.

In Giappone, intanto, l’ex numero uno di Nissan Renault, Carlos Ghosn, incarcerato con l’accusa di evasione fiscale ed utilizzo di beni aziendali per scopi personali, esce pagando una cauzione di circa 8 milioni di euro.

Sempre restando sul settore auto, l’Amministratore Delegato di FCA, Mike Manley, succeduto a Sergio Marchionne, dichiara che la casa automobilistica italiana (chiamiamola ancora così), resterà indipendente, anche se aperta a valutare opportunità.

FLASH

Ritorno su Huawei, perché sembra che si stia preparando a citare in giudizio il Governo americano contro il provvedimento US National Defense Authorization Act, che limita la possibilità alle aziende statunitensi di investire in prodotti di imprese cinesi.

La guerra dei dazi si sposterà in tribunale?

1 visualizzazione
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com