La Borsa...in poche parole - Episodio n. 123 del 15 marzo 2019


CLIMA disteso


Nella giornata di mobilitazione a favore della Terra e del Clima (milioni i giovani in piazza in tutto il mondo, un evento record), anche i mercati finanziari puntano verso un clima più disteso.


La Cina apre verso normative più eque per le aziende estere, mentre il presidente Trump definisce Pechino “molto responsabile”: parole che sono risuonate molto dolci alle orecchie degli investitori che in questa settimana avevano i nervi a fior di pelle in assenza di reali passi avanti negli accordi commerciali.

Nel frattempo il nostro Paese si prepara a firmare un’intesa per gli accordi commerciali con il colosso asiatico (la famosa “Via della Seta”)


A rasserenare ancora di più il cielo dell’Europa contribuisce la sensazione che la Brexit farà meno paura di quanto poteva sembrare a inizio settimana.


Pende sull’Italia il verdetto dell’agenzia di rating Moody’s, che al momento non sembra destare particolare preoccupazione: Milano chiude ampiamente in positivo con il buon Spread sempre attorno a quota 240.


FLASH

di oggi che ancora richiama il riconoscimento facciale: mentre ieri potevamo dare un giudizio su di un negozio semplicemente facendo smorfie all’uscita, oggi andremo in metropolitana semplicemente con uno sguardo. In Cina si sta sperimentando il riconoscimento facciale per entrare nella metro. Il biglietto lo devi aver comprato prima e non devi masticarlo.

2 visualizzazioni

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com