La Borsa...in poche parole - Il Podcast


Episodio 137 - 3 aprile 2019

Il contesto economico globale è immerso nella foschia ed i mercati cercano segnali nella nebbia, soprattutto quelli positivi: in questo caso oggi sono stati aiutati anche da indicatori macroeconomici (relativi al settore servizi) che sono stati soddisfacenti un po' per tutti i mercati partendo da quello cinese arrivando a quello Europeo.

Ed infatti le borse oggi hanno reagito positivamente, soprattutto quella tedesca e italiana, che sembra non preoccuparsi delle questioni politiche interne che trovano però riflesso nello spread, che oggi batte quota 261.

Intanto dall’altro lato della Manica ribolle sempre più forte il pentolone della Brexit, con la Premier all’ennesimo tentativo di definire un accordo sull’entità della proroga alla conclusione di questa tormentata vicenda.

L’accordo non è tanto con l’Europa, dove però iniziano ad esserci segni di insofferenza, quanto internamente per definire la data esatta per l’uscita dalla Unione.

Il 12 aprile era la scadenza originaria.

FLASH

Il flash di oggi lo prendo dal Bitcoin, la criptovaluta per eccellenza, almeno nell’immaginario collettivo: in queste ore si è assistito ad una risalita di oltre il 20% grazie ad un ordine, da fonte anonima, di oltre 100 milioni di $ girato su 3 exchange (le piattaforme di negoziazione) americane.

Bitcoin, quando era all’apice del successo (o della bolla, a seconda di come la si vuol vedere) quotava attorno ai 20.000 dollari (fine 2017), per poi arrivare sotto i 3300 dollari sul finire del 2018.

Enorme volatilità.

Ritengo personalmente molto più interessante focalizzare l’attenzione sulle potenzialità della struttura sottostante alle criptovalute, ossia gli sviluppi della tecnologia blockchain.

https://bit.ly/2VjhE36


La puntata la puoi ascoltare nella sezione PODCAST.

4 views
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com