La Borsa...in poche parole - Il Podcast


Episodio 140

Un dazio tira l’altro


Si vanno a calmare le acque cinesi e si iniziano ad agitare quelle europee; adesso la Presidenza americana se la prende con l’Europa, minacciando dazi su circa 11 miliardi di dollari di importazioni provenienti dalla UE.

Tutto questo polverone scatenato dall’accusa di sussidi europei ad Airbus, azienda eurpea acerrima nemica della Boeing, americana.


Motivazioni che solo all’apparenza tendono a giustificare questa presa di posizione, ma tanto è bastato per far virare in negativo i mercati europei, che vanno in chiusura con cali più significativi per Francia e Germania (rispettivamente -0,65% e -0,94%).


Altro dato importante per questa giornata di borsa ci viene dal Fondo Monetario Internazionale, che, senza tanti riguardi, taglia le stime di crescita a livello globale.

Osservando i dettagli, si legge anche un leggero taglio alle previsioni di crescita USA (tuttora parametro di riferimento per la crescita globale).


I mercati americani risentono di questa giornata burrascosa, ma senza cedere a perdite particolarmente significative.


Brexit: dove eravamo rimasti? sempre li. L’asse Franco Tedesco, sembra propenso ad appoggiare un estensione del rinvio da concedere all’Inghilterra, fino al 2020. Chissà!


FLASH

L’intelligenza artificiale è uno dei future trend trainanti anche nell’ambito delle opportunità di investimento.


Oggi l’Unione Europea pubblica un documento dove prende forma la traccia che le aziende, impegnate nello sviluppo di questa tecnologia, dovranno seguire: i progetti dovranno essere trasparenti, con supervisione umana ed avere algoritmi sicuri ed affidabili.

Una traccia ed una sfida per il futuro.

https://reut.rs/2D3vT5f

0 visualizzazioni

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com