La Borsa...in poche parole - Il Podcast


Episodio #142

Un sospiro di sollievo


Le borse del vecchio continente hanno apprezzato l’esito dell’accordo raggiunto con Londra per una proroga sino al 31 ottobre.

Questo con l’intento di evitare una uscita disordinata e senza accordo che non aiuterebbe un già di per se delicato e debole equilibrio economico nel vecchio continente.

Dall’altro lato della manica si commenta che questo accordo non farà altro che prolungare ulteriormente lo stallo politico da qui all’autunno.


Milano è l’unica piazza europea a chiudere in territorio neutro, mentre gli altri principali mercati registrano un rialzo leggermente migliore: best performe oggi Parigi.


Sul fronte delle notizie di Borsa, da rilevare quella riguardante una possibile maxi multa da parte della Commissione Europea ai danni di Unicredit, che insieme ad altri 8 Istituti europei è entrata nel mirino dell’organo di controllo per presunte violazioni della normativa antitrust: scambio di informazioni riservate e strategie concordate per compra/vendita di titoli di stato europei.

Il titolo chiude comunque in territorio positivo.


In America è regnata la calma piatta, non ho nulla di importante da segnalare.


FLASH

Dal mondo americano dei colossi: parliamo di Netflix, il cui titolo quotato al Nasdaq (comparto tecnologico della borsa a stelle e strisce).

Visto che le catene cinematografiche tradizionali hanno fatto qualche piccolo dispetto al colosso dello streaming, ormai estremamente attivo nella produzione di contenuti originali, Netflix decide di procedere direttamente all’acquisto delle sale cinematografiche. In corso trattative con Landmark Theatres.

Qui il link all’articolo: https://bit.ly/2uW6NRe

0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com