La formula dei 3 pensieri


Il tuo futuro finanziario: i 3 pensieri da evitare.

Quali sono i tre pensieri dannosi se vuoi gettare le basi per un futuro finanziario solido e sereno e per pianificare la longevità?

Eccoli:

1. Pensare che la pensione basterà.

Se oggi circa il 74% delle pensioni è sotto i 780 Euro (Fonte: rapporto Inps 2019, dato medio), è molto facile che tra 10-20-30 anni l’importo sarà ancora inferiore.

L’arte di “mettere da parte” va imparata in fretta.

“Si ma quanto devo mettere da parte?” generalmente una percentuale che va dal 10 al 20% del reddito mensile.

Attenzione!! In ogni caso, io penso che poco è meglio di niente.

2. Pensare che tanto c’è tempo.

Prima inizi a costruire il capitale di domani, meglio è.

Di strumenti per accantonare ce ne sono quanti ne vuoi: ETF, fondi comuni d’investimento, Fondi pensione aperti, Piani individuali pensionistici…basta mi fermo qui.

Attenzione!! non è mai troppo tardi, non rinunciare mai.

3. Pensare che si debbano fare solo investimenti garantiti.

Non c’è dubbio: a (quasi) nessuno piace correre dei rischi, ma se li conosci e ti prepari adeguatamente, faranno meno paura e saprai gestirli.

Tutto sempre nel rispetto del tuo profilo di rischio complessivo e del tuo obiettivo.

La parte dei risparmi che intendi destinare al lungo termine, può essere diversificata in modo tale da consentirle di puntare a rendimenti concreti e più significativi.

Attenzione!! è fondamentale pianificare e diversificare.

1 visualizzazione
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com