La pianificazione della longevità




Winston Churchill sosteneva che il segreto della longevità era racchiuso in una formula:

niente sport, solo wisky e sigari. D’altronde Woody Allen dichiarava che avendo smesso di fumare sarebbe vissuto una settimana in più: ed avrebbe piovuto.


La domanda non è se in futuro o già da oggi, si vivrà sempre di più, ma come si vivrà e a quali condizioni potremo goderci una vita più lunga.


Di fronte a questa domanda abbiamo due scelte:

- la prima è fatalista: lasciamo decidere al destino, intanto andiamo avanti;

- la seconda è lungimirante: iniziamo a parlare di pianificare la longevità.


Non stupirti se io voto per la seconda.


Se anche per te è un obiettivo valido, ci sono vari modi per iniziare a programmare una terza o quarta età attiva e protetta.


Te ne elenco 3:


1) assicurarsi: Polizze vita, Polizze Long Term Care (perdita di autosufficienza) o a protezione in caso di malattie gravi;


2) effettuare accantonamenti programmati: impostare un piano di accumulo nei tanti prodotti di risparmio gestito che consentono, spesso in automatico, questa modalità (puoi scegliere tra Fondi o ETF ad esempio);