La svalutazione dei dazi


Chi ancora considera il mese di Agosto il periodo della pacatezza e del riposo si deve, ormai, inesorabilmente ricredere. Almeno sul fronte economico e finanziario.

Ritorno in grande stile della Guerra dei Dazi e della volatilità


Solamente un paio di mesi fa, dopo un buon pranzo ad Osaka, Trump e Xi Jinping sembravano rasserenare gli animi sulla questione dazi/guerra commerciale, lasciando intendere che una riapertura dei dialoghi fosse possibile.


Poi i fatti o meglio i tweet hanno creato un clima un pochino diverso: con l’ultimo aumento promesso dal Presidente americano si arriva a quasi tutte le esportazioni cinesi.


La Cina dal canto suo non resta a guardare: come ci chiarisce il Sole 24 online, la Banca Centrale cinese smentisce manovre sullo Yuan (la moneta cinese appunto), che intanto registra in queste ore una forte svalutazione rispetto al dollaro, mettendo in difficoltà l’export americano in Cina, senza bisogno di toccare i dazi.

Comunque e senza fare un trattato valutario, anche oggi mercati finanziari molto nervosi: situazione è accentuata anche dagli scambi più ridotti: gli operatori di borsa vanno in vacanza, ma non ci vanno i sistemi automatici.


Così la volatilità può essere più evidente.


La “notizia finanziaria” crea enfasi sul movimento dei mercati, è evidente, ma non ci deve far perdere di vista la caratteristica principale che deve avere il portafoglio di un investitore: la diversificazione.


Vero argine nei momenti di burrasca.

Diversificazione attuata sia sui tipi di investimenti che sui mercati.


Una virtù da coltivare in questo periodo? La pazienza.


Come ci insegna Warren Buffet, senza cadere nei soliti e a mio avviso inutili, confronti dell’investire come fa lui: saper cogliere le occasioni e attenersi strettamente ai propri obiettivi, soprattutto nei momenti di calo dei mercati, è il giusto modo di impostare la strategia di crescita del tuo risparmio.

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com