Obiettivo risparmio.

Aggiornato il: 6 ott 2019

Leggendo un’intervista al Professor Paolo Legrenzi, docente di psicologia, risalente allo scorso 15 luglio, ho pensato di ripercorrerne un tema. Il risparmio. Punto di partenza: il risparmio degli italiani. Superiore a 9 mila miliardi di Euro, ma poco diversificato e concentrato sugli immobili (59%) e sul mercato domestico (titoli di Stato, azioni italiane e tanta liquidità sul conto corrente). L’articolo aveva come argomento principale quello dell’attenzione verso gli investimenti sostenibili. Allora non si può non parlare del gigantesco fondo sovrano norvegese (gestisce oltre 1000 miliardi di dollari), che recentemente ha ridotto il comparto “petrolio”, pur essendo un paese produttore. Ma il punto è un altro: il fondo ha il mandato da parte del Governo norvegese di amministrare i soldi pensando alle generazioni future. Da buon padre di famiglia, insomma. Anche i risparmiatori italiani sembrano perseguire questo obiettivo, accumulando depositi, liquidità o immobili, ma è lo spirito che cambia: ciò che anima questo indirizzo di risparmio è legato alle emozioni, in particolare al timore di “perdere” ed alla mancanza di definiti obiettivi temporali, che hanno il potere di mitigare questa paura. Legrenzi, affronta questo tema parlando dell’avversione alle oscillazioni, anche di breve termine. Avversione che sfocia, ad esempio, nel surplus immobiliare, che poi alla fine, ha dimostrato un valore che oscilla eccome (in certe aree geografiche di più, in altre meno), arrivando a perdere il 20% dal 2005 ad oggi. Paura, frugalità e fatica nell’accumulare risparmio, sviluppano energie che, se non confortate da una corretta e precisa informazione, generano investimenti inconsapevoli. Mi è piaciuto molto il passaggio finale dell’intervento del Professor Legrenzi, dove si scopre il tabù del “parlare di soldi”. Tabù che frena le persone a chiedere informazioni, a fare (ed a farsi) domande, su come risparmiare, pianificare ed alla fine investire il proprio denaro. Domanda, informati e confronta: non lasciare che questo timore freni la realizzazione del tuo progetto di pianificazione del risparmio.

fazzini.consulenza@gmail.com

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com