RISCHIO E SPERANZE PRECONFEZIONATE


Questo è l'episodio 469 del mio podcast La Borsa in poche parole.


L'argomento della puntata è incentrato sul tema del rischio negli investimenti, un rischio che nasce principalmente dall'incertezza insita nel futuro stesso. Incertezza che è possibile contrastare iniziando a fissare degli obiettivi che nascono direttamente dai valori personali, ciò in cui crediamo, ciò che ci fa sentire davvero bene.


Termini come rischio, rendimento, monitoraggio sono solo alcuni degli ingredienti che entrano in una nuova ricetta di pianificazione degli investimenti. Una ricetta che ha il fine di conoscere meglio il rischio e di affrontarlo consapevolmente.

TRASCRIZIONE:


Ti do il benvenuto alla nuova puntata del podcast La Borsa in poche parole, il podcast con il quale andiamo a scoprire le caratteristiche di un metodo, il mio metodo, che ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi finanziari, partendo dai tuoi valori.


Investire significa spostare avanti nel tempo il consumo, utilizzare il risparmio, per fare in modo che domani, nel futuro, tu possa avere una maggiore disponibilità di denaro.


Fine a sè stesso, a mio parere, questo concetto potrebbe però avere poco senso. Allora è bene affiancare un compagno di viaggio all’investimento e non c’è miglior compagnia di quella di Mister Obiettivo.


Investire con un obiettivo, per fare in modo che il tuo denaro, rivalutandosi ed apprezzandosi, ti possa permettere di soddisfare una tua necessità futura.


Fino a qui potrebbe andare tutto bene.

C’è un però….ho parlato di futuro, di obiettivi futuri. Il futuro, per sua natura, non è conosciuto, nè conoscibile, nonostante qualcuno ogni tanto provi a dimostrare il contrario.


Questo è un fatto: questo ci fa correre un rischio.


Pensando ai tuoi obiettivi e concentrandoti soltanto sui modi per raggiungerli, rischi di perdere di vista il rischio a favore del rendimento.

In sostanza: potresti farti un’aspettativa poco realistica del rendimento rispetto al rischio di perdere denaro.


In realtà rischio e rendimento devono essere tenuti sotto controllo,contemporaneamente, anche se io, personalmente nel mio metodo, preferisco riservare un occhio di riguardo al rischio.


E questo per un semplice motivo: nessuno ama perdere soldi, specialmente investendo.


Quando inizi a prendere coscienza che il modo migliore per investire è legato alla definizione di obiettivi chiari e strutturati, sarà poi naturale considerare anche una seconda tipologia di rischio, ossia quella di accantonare una somma di denaro inferiore rispetto alla somma definita nell’obiettivo.


Una considerazione questa che mi permette di aprire un altro capitolo della storia sul rischio.


Uno degli aspetti fondamentali che riguardano un buon piano di investimento riguarda l’attenzione al monitoraggio: quell’attività di verifica e confronto sui progressi compiuti nel tempo, lungo la via degli obiettivi.


Questa attività per quanto possa sembrare noiosa è in realtà fondamentale.


Ti faccio un esempio.

Se il tuo obiettivo è quello di crearti una pensione soddisfacente ed hai ancora davanti diversi anni di lavoro, potrai privilegiare la componente azionaria che, sul lungo termine, storicamente e statisticamente, è in grado di creare valore.


Mano a mano che ti avvicini al momento prestabilito per andare in pensione, il rischio necessario al tuo investimento si andrà progressivamente riducendo a favore di una necessaria stabilità del capitale accumulato.


Scontato? mica tanto, visto che l’esperienza mi ha fatto conoscere diverse persone alle quali non era mai stata data questa avvertenza e che si è trovata a pochi mesi dalla pensione, con un fondo prevalentemente azionario e con i mercati in forte perdita.


Certo a volte i danni non sono irreparabili, ma potresti toglierti il problema con un semplice ribilanciamento periodico.


Questo lo ritengo un momento importantissimo nella preparazione di un piano di investimento efficace, un’azione in grado di attenuare il rischio di non raggiungere pienamente l’obiettivo desiderato.


Anche perchè, citando Elroy Dimson della London Business School, “Rischio significa che possono accadere più cose di quelle che accadranno realmente”.


E’ senz’altro meglio essere preparati o più semplicemente, è meglio prevenire.


Così come è meglio prevenire, anzi essere prevenuti su certe affermazioni, che sono entrate ormai nel linguaggio comune degli investimenti, del tipo: “sono gli investimenti più rischiosi che danno rendimento più elevato, così se vuoi guadagnare di più devi rischiare di più”. Un disastro.


Il mio consiglio è quello di mettere da parte le speranze preconfezionate.


Oggi, ma non solo oggi, è fondamentale pianificare l’investimento partendo da un pò più lontano del solito.

Partendo cioè dai tuoi valori, arrivando a degli obiettivi il più possibile dettagliati negli importi e nel tempo, per creare una mappa da seguire, lasciando da parte i “ma quanto mi rende”, i “momenti giusti” ed i “treni che passano”.


Oggi, più che mai, nella gestione del tuo risparmio devi seguire una legge semplice, ma efficace, quella del “conosco il rischio e lo affronto consapevolmente”.




Alexio Fazzini

Consulente finanziario

Bologna

WhatsApp 3403744371

Email fazzini.consulenza@gmail.com


Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com