RISPARMIO: Un consiglio utile contro gli imprevisti


Per costruire un portafoglio di risparmio occorre conoscere bene i propri obiettivi.


Più che di obiettivi, in una prima fase, direi che sia ancora più importante parlare di esigenze.

Dover cambiare l’auto, cambiare grandi elettrodomestici, una necessità personale inaspettata: queste possono essere esigenze, almeno in parte, impreviste.


Non tutto è programmabile, ma tutto è gestibile (non entro nel merito di soluzioni di finanziamento da valutare caso per caso).


Avere una valvola di sfogo contro l’imprevisto non vuol dire tenere tutti i risparmi in conto corrente (che rappresenta il cuscinetto per le spese quotidiane/immediate), significa costruire un portafoglio Lego, che in caso di emergenza, si possa smontare, tutto o un poco alla volta, senza stravolgere la figura complessiva e soprattutto limitando (o meglio ancora eliminando) l’impatto per eventuali perdite in conto capitale.


Oggi, il panorama dei prodotti che possono essere utilizzati per realizzare un portafoglio di questo tipo è, per fortuna, molto vasto, così come lo sono gli esempi di situazioni finanziarie personali.


Io parto da un punto fermo e testato, che è quello di una strategia di base fondata sulla tappa del ciclo di vita nel quale ci troviamo e sugli obiettivi .


Solo dopo questa valutazione, come per costruire una figura Lego, pezzo dopo pezzo arriviamo al portafoglio individuale.

7 visualizzazioni

Cell. 340 3744371 - fazzini.consulenza@gmail.com